mercoledì 16 agosto 2017

PROFEZIE SULL'ASSASSINIO DI DONALD TRUMP


"Inizio della fine! Sarà morto l'Uomo Orchestra del Nord America"
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica del 1938)

L'incipit di questo articolo è dedicato ad una psicografica profetica di Parravicini che recentemente è stata presa in considerazione da molti appassionati del "Nostradamus argentino", come viene chiamato dai suoi sostenitori.

Parravicini descrive un uomo facendo probabilmente riferimento ad una sua "caratteristica" peculiare: un "uomo orchestra", un comunicatore, probabilmente, ma nel senso grottesco del termine.
Nella psicografia, in alto a sinistra, si può osservare una parte di una tromba.

Riporto una delle tante immagini legate all'immaginario dell'"uomo orchestra":

L'Uomo Orchestra di Parravicini è forse riferito a Donald Trump?

L'idea che ne scaturisce, è proprio quella di un comunicatore chiassoso e grottesco.
Il profeta aggiunge, a commento all'immagine, che la morte di quest'uomo sarà "l'inizio della fine".

Potrebbe riferirsi a Donald Trump?
La similitudine acquista maggior forza anche considerato che "Trump", ricorda "trumpet", ovvero "tromba", in inglese.


Un'immagine satirica di Trump presa dalla rete, molto attinente a quanto detto fin'ora.


Ricordiamo, ancora una volta, il monito della Madonna di Anguera:

"Quando il leader di una grande nazione subirà un attentato. Il pericolo di una III guerra sta divenendo reale."

e, ancora una volta, il noto passo delle profezie di papa Giovanni XXIII:

"Grande lampo a Oriente,  non ne udrete il tuono, anch'esso sarà improvviso. Questo accadrà quando a Oriente sarà morto un capo e a Occidente sarà ucciso un capo. A sud di Lutero."

Riguardo a quest'ultimo vaticinio, scrivo alcune considerazioni:

Il "grande lampo a Oriente" potrebbe essere un'esplosione atomica, cosa di cui abbiamo già diffusamente parlato. In questi giorni, con la contesa tra il presidente americano Donald Trump ed il dittatore nord coreano Kim Jong-un, una frase del genere non ci sembra più così assurda.
La frase "A sud di Lutero", che ritorna spesso nelle profezie di Papa Giovanni XXIII, indica gli americani. Anche se suona strano, in quanto Lutero è certamente un personaggio associato alla Germania, l'indicazione è abbastanza palese per chiunque abbia esaminato a fondo quelle profezie e credo che la motivazione sia perché l'autore vede una continuità di intenti tra la Germania nazista e gli Stati Uniti d'America, intesi come "governo ombra" di stampo massonico. Dico che l'associazione è palese in quanto nei diversi passi in cui questo appellativo compare, in quelle profezie, è chiaro che si sta parlando degli USA e non dei tedeschi. 
A "sud di Lutero" potrebbe indicare l'America Latina.

Quest'ultimo vaticinio potrebbe essere riferito però all'assassinio di un altro leader, forse il Papa.

Il Papa, a settembre, viaggerà in Colombia. Da qui l'associazione ad un'altra psicografia di Parravicini, riferita alla morte di un papa:


"Il Papato avrà nuove norme. Il male di ieri cesserà di essere. La messa sarà protestante, senza esserlo. I protestanti saranno cattolici senza esserlo. Il Papa si allontanerà dal Vaticano per viaggi e arriverà in America, intanto l’umanità soccomberà." 
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica del 1938)

Il papa nell'immagine appare decapitato, mentre in alto a destra vediamo un qualcosa che ricorda un'eclisse, od un altro evento astronomico, e sotto la scritta "CATACLISMA".

Un'altra psicografia che era stata collegata alle Olimpiadi di Londra del 2012, potrebbe essere invece riferita ai nostri giorni. Ricordo che proprio in questo periodo, a Londra, si tengono i mondiali di atletica leggera, evento, per certi versi, molto simile alle Olimpiadi



“Fuoco, carestie, pestilenze, la morte nella campana riecheggia i giusti che si avvicinano al mondo, ancor di più il mondo non vuole sentire o vedere. Arriva il buio del drago che sembrava addormentato. Arriva il terrore dell’orso che pretendeva amore e fratellanza. Viene un democratico umile che non è mai stato, e viene con esso la povertà, senza riparo e con loro tutte le esplosioni di disgregazione. arriva il buio e poi si vede accendere il Sud! E la croce!”
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica del 1972)

Pare descrivere l'inizio di un'apocalisse. Un "democratico umile" arriva: forse dopo la morte del presidente Trump, verrà eletto in fretta e furia un presidente democratico?
E' recente la notizia che Barack Obama voglia ricandidarsi in politica.

Riporto la psicografia che molti hanno associato all'elezione di Barack Obama:


"La stufa nord americana sarà illuminata dal nuovo negro
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica senza data)

Il "66" raffigurato nell'immagine è tutt'ora oggetto di infinite speculazioni ed appare in numerose altre psicografie, ma visto l'argomento dell'articolo eviterò di dilungarmi.

Vediamo ora due ultimi disegni di Parravicini, il primo più generico, ma probabilmente legato a quello dell'incipit.


"Si solleveranno le classi sociali, si batteranno in guerra, il mondo sanguinerà ed i dittatori domineranno, ma saranno uccisi! Il mondo marcia verso un unico governo"
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica del 1938)

Attenzione all'indicazione "unico governo". Parravicini vede questo "governo ombra" e lo fa capire chiaramente dalle sue psicografie.
I "dittatori" vengono uccisi, perchè "qualcuno" mira a creare un governo unico.
Secondo alcuni, in quest'ultimo disegno Parravicini indica chi sono i mandanti dell'assassinio di Trump, ovvero questo inquietante "governo ombra".


  
"Il Nord America riceverà il tiro preciso, farà un crimine politico, un cambio di direzione. Soffrirà. Metterà in pericolo la sua stabilità e la sua libertà".
(Benjamin Solari Parravicini, psicografia profetica del 1940)

Molti storicamente hanno associato questa immagine al delitto di John Fitzgerald Kennedy del 1963, ma altri vedono nella psicografia la profezia del delitto di Trump.
E' presente un obelisco orizzontale, che molti hanno interpretato come un "obelisco caduto" e, metaforicamente, alla caduta di Washington. In cielo c'è una figura senza volto che tende la mano alla Statua della Libertà, come ad indicare un'alleanza tra loro.
La figura senza volto, alleata della Statua della Libertà, viene uccisa, in base a quanto viene scritto nel disegno, perché d'impiccio per i piani di un ordine superiore, che vuole un cambio di direzione.

Passiamo ora alle famigerate "Carte degli Illuminati", prodotte dalla Steve Jackson Games nel 1982. In una nuova versione, datata 1995 e chiamata "Illuminati: the New World Order" uscirono una serie di carte il cui contenuto a detta di molti pare nascondesse dei risvolti profetici. Solo queste carte meriterebbero un intero articolo, ma per chi non le conoscesse, sono diventate note in ambito profetico perchè pare abbiano anticipato diversi eventi, tra cui l'attentato alle Torri Gemelle del 11 settembre 2001.

Vediamo la carta che pare riferirsi all'omicidio di Trump.


La carta degli Illuminati che pare riferirsi all'omicidio di Donald Trump. Anno 1995.

Il testo di questa carta è il seguente:

"Quando è troppo, è troppo. In qualsiasi momento, in qualsiasi luogo, i nostri cecchini possono raggiungerti. Buona giornata."

Inquietante, pare, la somiglianza tra il personaggio raffigurato e Donald Trump. 
Vediamo in questa immagine un accostamento opportunamente preparato.



L'inquietante somiglianza tra Trump e la figura nella Carta degli Illuminati.


Passiamo ora ad alcune curiose facezie, ma che possono anche essere definite come "strane coincidenze".

Nel giugno del 2016 un certo Pablo Reyes divenne famoso per aver postato un messaggio profetico su Facebook, il 26 dicembre del 2015, in cui aveva correttamente previsto la morte di Prince, Muhammad Ali, Kimbo Slice e di un gorilla in uno zoo di Cincinnati.

Tale "vaticinio", però, risultò una bufala perchè il falso veggente aveva editato a posteriori il post, per farlo sembrare una profezia. La gente abboccò e Reyes ebbe milioni di visualizzazioni. Interessante però il fatto che nelle sue false profezie, scritte dopo che i fatti si erano già verificati, ce n'era una che non si è ancora avverata: la morte di Donald Trump. Perchè Reyes nel suo imbroglio inserì un evento che doveva ancora accadere?

Quello di Reyes appare essere uno strano gioco macabro, ma certamente, se voleva dare un messaggio, ha raggiunto moltissime persone.

Un'altro curioso e macabro avvertimento è contenuto in questo stranissimo video su youtube che trovate a questo link.

Il video è pieno di riferimenti esoterici, legati alla massoneria, dalle origini sconosciute. Pare sia stato recapitato in forma anonima al blog gadgetzz.com, ma poi qualcuno invece ne ha rivendicato la paternità producendone uno simile come dimostrazione, anche se la dimostrazione non ha convinto tutti.

Il titolo del video è "01101101 01110101 01100101 01110010 01110100 01100101", un codice binario che, tradotto in codice ASCII e poi in testo, dà "muerte", ovvero "morte" in spagnolo.

Riporto una spiegazione data del video:

"Al secondo 00:28, sulla sinistra dello schermo, appare questa sequenza alfanumerica: 33 38 2e 38 39 37 37 30 39 2c 2d 37 37 2e 30 33 36 35 34 33. Decodificata, rivela le seguenti coordinate GPS:

38.897709, -77.036543 – The White House, W Executive Ave NW, Washington, DC 2050

Ovvero l'indirizzo della Casa Bianca, la residenza del Presidente degli Stati Uniti d'America.
Appaiono anche delle sequenze in linguaggio Morse in alcuni fotogrammi, e alcuni valori esadecimali sparsi per il video sono stato decodificati in “REDLIPSLIKETENTH”. Sequenza di lettere che, gettata in pasto a un generatore di anagrammi, si trasforma nella frase: 

"KILL THE PRESIDENT"

Anche l’audio dell’intero video racchiude svariati messaggi codificati. Infatti se inseriti in uno spettrometro, i suoni psichedelici rivelano immagini di violenza, rivelate poi come scene di un film tedesco del 2013."

A chiusura dell'articolo, vediamo ora alcune profezie di Nostradamus, apparentemente legate alla morte di Trump.
Alcune di queste le avevamo già viste nell'articolo sulle profezie riferite all'elezione di Donald Trump. Articolo presente in questo blog, scritto nel settembre 2016 e che trovate qui.

Centuria I.57

"La tromba tremerà con grande discordia.
Accordo spezzato sollevando la testa al cielo:
bocca sanguinante nuoterà nel sangue:
la faccia unta di latte e miele giacerà a terra."

Come abbiamo visto, alcuni esegeti di Nostradamus associano "la tromba" a Trump, che qui vediamo oggetto di una grande discordia, un accordo spezzato.
Potrebbe essere quello tra lui ed il Presidente Russo, Vladimir Putin?
Quella di Trump è una presidenza che era iniziata con grandi gesti di amicizia con la Russia ed è poi finita nel modo che tutti sappiamo, ovvero con una nuova "Guerra Fredda".
La bocca insanguinata, forse la rabbia per un tradimento o semplicemente contro il nemico, farà parlare di sangue, ma alla fine nuoterà egli stesso nel sangue.
L'ultimo verso pare essere lui stesso, unto di latte e miele, che giace a terra, morto.

"Unto di latte e miele" potrebbe essere un riferimento ad Israele, chiamato il paese dove scorre "il latte ed il miele", oppure avere qualche altro strano significato.
Una curiosa interpretazione data da un lettore nel precedente articolo sull'elezione di Trump, asseriva che "latte e miele" era l'indicazione della colorazione del suo viso, dopo un colpo di arma da fuoco al volto. Il "latte", indicherebbe il pallore, mentre il "miele", che può assumere colorazioni rossicce, indicherebbe il sangue.
Interpretazione curiosa, ma "in linea" con le altre profezie fin qui elencate.

Centuria II.62

"Mabus poi tosto allora morirà, verrà,
Da gente ed animali un’orribile disfatta:
Poi improvvisamente si vedrà la vendetta,
Cento mani, sete, fame quando comparirà la cometa."

Il nome "Mabus", negli anni, è stato associato a moltissimi personaggi, tra cui, recentemente, Barack Obama, ma considerata la profezia di Parravicini ad inizio articolo, secondo cui la morte dell'Uomo Orchestra sarà l'inizio della fine, non potrebbe riferirsi a Donald Trump?
Notare poi la presenza della "cometa" in cielo. Forse il "secondo sole"? L'evento astronomico di cui stiamo parlando in questi giorni nei precedenti articoli?

Nell'articolo sull'elezione di Trump, l'entità citata nell'incipit ammoniva che dopo l'elezione di questo presidente sarebbe iniziata "la grande prova". Certamente questo presidente si è distinto per moltissime scelte politiche stravaganti e discutibili, ma forse il vero inizio delle tribolazioni potrebbe avvenire con il suo assassinio?

Centuria II.70

"Il dardo dal cielo seguirà la sua traiettoria,
Morte mentre parla: una grande esecuzione.
La pietra nell’albero renderà fiera la gente,
Rumore umano mostro purga espiazione."

I primi due versi della centuria sembrano l'esecuzione di qualcuno che sta facendo un pubblico discorso. Ricordate il testo della carta degli Illuminati? 

"In qualsiasi momento, in qualsiasi luogo, i nostri cecchini possono raggiungerti."

Questa centuria è storicamente associata alla "morte di Mabus" da molti esegeti del profeta francese.
Gli altri due versi sono alquanto criptici, se non che l'ultimo richiama l'immagine di un "mostro" che ha voluto un tale omicidio.

Chiudo l'articolo con un'immagine della lapide che un misterioso artista depositò in Central Park, a New York, il 27 marzo del 2016, molti mesi prima che Trump diventasse presidente. 



La lapide di Trump che l'artista Brian A. Whiteley depositò in Central Park
molti mesi prima che Donald Trump diventasse presidente.

La lapide indicava il nome di Trump e la sua data di nascita. Mancava la data di morte.
Sotto la data, una scritta: "Made America Hate Again" ("Fece l'America odiare di nuovo").
L'identità dell'artista fu poi scoperta grazie alle investigazioni del nucleo antiterrorismo del dipartimento di polizia di New York: si trattava di un uomo di 33 anni di nome Brian A. Whiteley.
In una successiva intervista, l'autore dello scherzo dichiarò: "volevo ricordare a Donald il tipo di eredità che potrebbe lasciarsi dietro". E sulla data di morte mancante disse: "ho lasciato la data di morte aperta, per alludere al fatto che c'è ancora tempo per lui, per cambiare".

Concludo qui questa breve raccolta di evidenze profetiche sull'assassinio del presidente Donald Trump. Che tale evento possa accadere o meno, a nessuno è dato saperlo. Certamente, oltre alle profezie, alcune lotte intestine nel governo statunitense, con brutali cambi di posizioni chiave, seguiti da alcune strane decisioni politiche del presidente neoeletto, hanno reso questo scenario più probabile che in altri periodi storici.

sabato 22 luglio 2017

PROFEZIE SULL'EVENTO ASTRONOMICO - Seconda Parte



"La grande stella brucerà per sette giorni,
Nel cielo si vedranno apparire due Soli:
Il gran mastino urlerà tutta la notte,
Quando il grande Pontefice cambierà di territorio."
(Nostradamus - Centuria 2, Quartina 41)

Prima di proseguire consiglio la lettura della parte precedente di questo articolo:

L'incipit è una nota quartina di Nostradamus. Il veggente descrive una stella che si vedrà nel cielo per "sette" giorni. Il "sette" è un numero con diversi significati legati all'esoterismo ed alla Cabala, ben conosciuta dal profeta, per cui potrebbe non dover essere preso alla lettera.
"Il gran mastino" è una figura misteriosa, che viene visto "gridare per tutta la notte", mentre il Pontefice sarà in viaggio, o, visto lo scenario, si potrebbe supporre che sarà in fuga verso qualche meta.
Sul Pontefice che fugge forse vi potrebbero tornare a mente alcuni passaggi già visti in questo articolo: Profezie sul Papato degli Ultimi Tempi, a cui vi rimando per ulteriori dettagli.

Io invece volevo porre l'accento sul fatto che questa profezia, come altri innumerevoli vaticini sull'oggetto celeste, parla di un "secondo sole", di un grande corpo celeste che si vede chiaramente nel cielo, ma che non impatta sulla Terra.

Come abbiamo visto nell'articolo Il Messaggero di Fuoco, nel 1985, un messaggio medianico chiamato  "La Profezia di Glastonbury" recitava quanto segue:

"Ritengo che i più importanti futuri cambiamenti della terra verranno iniziati da ciò che io chiamo il "Messaggero di fuoco". Già ora (il messaggio risale al 1985, n.d.r.) c’è una stella di grande potenza che procede verso il sistema solare. Questa stella è ancor oggi invisibile non solo all’occhio umano ma anche al telescopio, ma è posta in un’orbita che la porterà in congiunzione con il nostro sistema planetario. Mentre questa stella passerà oltre, essa interesserà il movimento di tutti i pianeti del nostro sistema e, di conseguenza, opererà cambiamenti sulla superficie dei pianeti stessi. L’effetto di questo passaggio sarà di mettere in moto i cambiamenti della terra che sono stati profetizzati
Diversi territori sprofonderanno, altri si innalzeranno, così da portare a compimento il modello karmico di evoluzione di questa terra proprio come è stato a suo tempo con Atlantide. L’umanità ha il potere di influenzare la natura di questa trasformazione a seguito del suo attuale comportamento. Essa può rafforzare o moderare l’orbita e l’impatto (problema di traduzione: è inteso come conseguenze, influenza, non come impatto sul pianeta, poco sopra viene chiaramente detto che "passerà oltre", n.d.r.) di questa grande stella. Questa stella è già passata, tanto tempo fa, attraverso il nostro sistema solare.

Anche nella "Profezia di Glastonbury", si parla poi di Terza guerra mondiale e di tutti i punti chiave che in questo blog, negli anni, abbiamo evidenziato nella nostra "timeline" profetica.

Interessanti anche le fonti profetiche in chiave ufologica.
Nel 1954 pare ci sia stato un presunto incontro tra alieni grigi ed il Presidente Dwight Eisenhower. L'incontro, raccontato nella sua interezza, occuperebbe l'intero articolo, ma a noi interessa un solo importantissimo particolare: pare che gli alieni allertarono il Presidente riguardo un pianeta che incrocerà le orbite di alcuni pianeti del nostro sistema solare, causando parecchi problemi alla Terra, tra cui un probabile bombardamento di meteore.

E qui ritorniamo ad Apocalisse 12, al Dragone (il pianeta misterioso) che con la coda trascina dietro a sè "un terzo delle stelle del cielo" e le scaglia sulla Terra.

"...la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra."

I chiari riferimenti ad oggetti celesti che cadono sul nostro pianeta descritti durante i settenari delle trombe, delle coppe e dei sigilli, sempre in Apocalisse, potrebbero essere forse le conseguenze del passaggio di questo "Gigante"?

Durante un'intervista al controverso insider Dr. Michael Wolf, su una trasmissione radiofonica americana chiamata "Cosmos Chronicles", negli anni Novanta, l'intervistato affermò di essere stato parte di un team legato allo studio sulla natura e le conseguenze per il nostro pianeta del famoso "Pianeta X", ovvero il "Gigante" di cui ci stiamo occupando.
La sua intervista era, a suo dire, un flusso di informazioni controllate che potevano essere divulgate perchè avevano il nulla osta di coloro che sono al potere.
Interessante che, ad una precisa domanda relativa alla natura del "Pianeta X", Wolf rispose che "non gli era stato consentito divulgare informazioni riguardo questo argomento".

E' interessante perchè una persona che inventa tutto, è improbabile che abbia difficoltà a raccontare l'ennesima bugia davanti ad una domanda che avrebbe la completa attenzione degli ascoltatori su un'eventuale risposta. Wolf sembrava molto sicuro delle sue risposte ed anche delle sue "non risposte". Piuttosto, durante l'intervista, pareva riflettere su ciò che poteva o non poteva divulgare.

Eviterò di agganciarmi alle teorie di Zecharia Sitchin, che immagino molti di voi conosceranno perfettamente e sulla presunta orbita di 3600 anni che avrebbe questo pianeta intorno al nostro Sole. La durata dell'orbita è chiaramente un numero ipotetico e legato alla mistica sumera, peraltro, per cui da non prendere alla lettera.

Alla luce di quanto detto, riprendiamo le profezie della Madonna di Anguera.

Nostradamus ci avvisa che, ad un certo momento della nostra storia, vedremo apparire in cielo un "secondo sole".

"La grande stella brucerà per sette giorni,
Nel cielo si vedranno apparire due Soli"

Madonna di Anguera:

2.794 – 03/02/2007
"Un gigante verrà e quando gli uomini annunceranno la sua vicinanza, l’umanità vivrà momenti di grande difficoltà."

3.106 – 07/01/2009
"La grande luce sarà visibile nell’emisfero Sud. Se gli uomini non si convertiranno, cadrà fuoco dal cielo e gran parte dell’umanità verrà distrutta."

Abbiamo visto che questo pianeta, secondo la Madonna di Anguera, urterà un altro gigante nel nostro spazio. Secondo Jaco Prinsloo, di cui abbiamo visto una parte del suo studio nel precedente articolo, il gigante urtato sarà Giove.

In ogni caso, le conseguenze gravitazionali che questo "corpo estraneo" provocherà al nostro sistema solare ed alla Terra saranno piuttosto catastrofiche, oltre ad innescare un "effetto fionda" che scaglierà letteralmente contro di noi un numero imprecisato di meteoriti ed asteroidi.

Ritengo quindi che tutti i successivi riferimenti ad impatti meteorici nelle profezie siano dovuti a questo effetto.

2.779 – 30/12/2006
"Dio invierà un grande segno agli uomini e tutti gli occhi vedranno. L’oro sarà in alto; le fiamme attraverseranno i cieli."

2.470 – 15/01/2005
"Cari figli, un’immensa palla di fuoco verrà, lasciando un grande deserto. Ovunque si udranno grida e lamenti. "

2.641 – 14/02/2006
"Cari figli, una montagna gigante viaggerà nel Pacifico ad alta velocità"
(Meteorite n.d.r.)

2.780 – 01/01/2007
"Una montagna cadrà e ci sarà grande distruzione in molte regioni."

953 – 13/05/1995
"È giunto il momento del vostro sì. Se non vi convertite, cadrà fuoco dal cielo e buona parte dell’umanità verrà distrutta."

3.185 – 11/07/2009
"Vivete in un tempo molto peggiore rispetto a quello del diluvio. Quando verrà il castigo per la purificazione dell’umanità, pochi resteranno saldi.
Cadrà fuoco dal cielo e gli uomini vivranno momenti di grande sofferenza."

3.166 – 28/05/2009
"L’umanità vivrà momenti di grandi sofferenze. Dolore maggiore non è esistito.
Fuoco cadrà dal cielo e le montagne si abbasseranno. Fiumi di fuoco scorreranno sulla terra e la morte sarà presente ovunque."

3.113 – 24/01/2009
"Cari figli, l’urto tra due giganti nell’universo provocherà grandi danni alla terra. Fuoco cadrà dal cielo e molte regioni della terra saranno raggiunte."

2.656 – 21/03/2006
"La grande montagna passerà attraverso le acque e gli uomini vedranno grande distruzione. Acque sopra acqua. Chi starà con il Signore sarà vittorioso."

Viene poi descritto un altro fenomeno. La perturbazione gravitazionale causerà un inclinamento importante dell'asse di rotazione della Terra:

 2.832 – 03/05/2007
"L’umanità porterà una croce pesante. La terra si inclinerà quando il grande le si avvicinerà. Il tempo si perderà."

Interessante riferimento alla "variazione del tempo" causata probabilmente dalla modifica della velocità di rotazione terrestre.

2.696 – 20/06/2006
"Cari figli, i poli permuteranno e la terra passerà per grandi trasformazioni. Tutti gli esseri viventi soffriranno."

Chiaramente uno sconvolgimento gravitazionale di questa portata innescherebbe anche gli innumerevoli eventi cataclismici descritti da praticamente l'intera pletora di profeti nella storia dell'uomo. Ne cito uno per tutti: Edgar Cayce, il profeta dormiente.
Eruzioni vulcaniche, immensi terremoti e via dicendo.

Anticipo ora un argomento di cui parleremo nella prossima parte: secondo le diverse fonti, il Pianeta X pare non sia percepibile alla normale frequenza della luce visibile, ma solo alla radiazione infrarossa.

Difficile non collegare tale affermazione con le profezie del Monaco Basilio di Kronstadt:

"Il Sole cambierà strada e la Luna si perderà fra i monti, le stelle pioveranno sulla Terra... Montagne invisibili passeranno nel cielo, e quando una di queste si vedrà, mancherà il tempo della preghiera. Sentirete allora il pianto di mille madri, perché mille uomini saranno schiacciati dalla montagna".
(tratto dalle Profezie del Monaco Basilio di Kronstadt, "Il mistero di San Pietroburgo", Renzo Baschera,1992, Oscar Mondandori).

Abbiamo quindi un gigantesco oggetto celeste non visibile, ma che, successivamente entrerà in una condizione di visibilità, diventando il "secondo sole" di Nostradamus. 
Forse per l'estrema vicinanza al nostro pianeta? 
San Basilio conferma: "quando una di queste si vedràmancherà il tempo della preghiera", ovvero l'umanità, la massa della gente comune, si troverà ad affrontare questo enorme trauma in maniera assolutamente improvvisa.


Continua nella terza parte